Qual è il senso di una sezione in cui si commentano libri - la maggior parte dei quali di narrativa - in un sito di Psicoterapia e Mediazione Familiare?
Apparentemente nulla. Ci si aspetterebbero commenti sulla depressione o sull'ansia, ma i libri cosa c'entrano?
La mia opinione è che i libri c'entrano eccome.
Come lettore mi aprono a mondi plurimi rispetto al ristretto orizzonte della mia vita quotidiana.
Come terapeuta mi raccontano vicende, modi di pensarle e affrontarle che tanta similitudine hanno con le storie che sento ogni giorno nel mio lavoro.
E mi permettono di imparare, pagina dopo pagina.

Inoue Yasushi - Amore - Adelphi

Un libretto di poco più di 100 pagine, scritto e costruito in modo perfetto da questo formidabile scrittore giapponese del ventesimo secolo. A differenza del Fucile da Caccia, che era narrato al femminile, in questo libro la narrazione delle tre storie di amore che lo compongono è tutta dal punto di vista maschile.

Si narrano, nell’ordine, i primi giorni di un matrimonio che si riveleranno essere anche gli ultimi, vissuti sull’onda di ricordi del passato e della progressiva distanza che si scava tra i neo sposi. E poi il ricordo di un vedovo del proprio matrimonio, difficile e duro, e del recupero nella memoria delle ragioni di un amore per la moglie morta. E infine il più bello, la vicenda di due aspiranti suicidi che – condividendo lo stesso progetto - si incontrano in un albergo vicino a una scogliera, e vinti dalla paura decidono di continuare a vivere. O forse, vinti dal coraggio, decidono di provarci.
Leggendo i libri di Yasushi sorge spontanea una domanda destinata e rimanere senza risposta: come riesce (non “riusciva”, gli scrittori in quanto tali sopravvivono alla morte, come le loro opere) questo scrittore a rendere gli stati d’animo, i pensieri e le azioni della scena che descrive così chiari e presenti al lettore? La sensazione, pagina dopo pagina, è quella di assistere quasi a una rappresentazione teatrale della vicenda, tanto essa è vivida.
La risposta non c’è, probabilmente è un miscuglio di talento, sensibilità e tecnica, e sicuramente un ruolo importante lo svolge anche la cultura di provenienza. Ogni suo libro rimane in ogni caso un bellissimo mistero in cui immergersi.